Intronata la menzogna

Entrati nel terzo millennio viviamo un’ epoca di grande incertezza e confusione. Ciò è dovuto al fatto che qui in Europa soprattutto, con perseveranza e compiaciuto accanimento, ci siamo specializzati in una serie di congedi. Questi congedi riguardano, in diverse forme, il nostro ubi consistam: il senso di identità di appartenenza e di coesione, senza i quali non si è nulla più se non una congerie di cose, un ammasso amorfo senza centro. Essi sono la conseguenza di una lunga serie di smottamenti che hanno portato alla convinzione maggioritaria che ciò che viene chiamato ambiguamente progresso, consista sostanzialmente nel disarticolare o addirittura annientare convinzioni, tradizioni, stili di vita, valori, che per secoli hanno accompagnato e costituito la civiltà in quanto tale.

Chiaro come più non si può. Aggiungo solo quest’ altro breve brano tratto da “Il capro espiatorio” di Niram Ferretti. 

In questo contesto si iscrive anche la questione di Israele e la feroce avversione nei suoi confronti che l’ egemonia culturale della sinistra, dal dopoguerra a oggi, ha progressivamente  (mi si conceda il calembour) maturato e linguisticamente imposto, trasformando gli arabi palestinesi in vittime e gli ebrei (vittime per antonomasia del ‘900) in oppressori. In questo senso, e in modo molto netto, la realtà è stata capovolta e al suo posto è stata intronata la menzogna.

Una narrazione, scrive Niram Ferretti, che è interamente al servizio dell’ ideologia e che trae il suo fascino nella soddisfazione che dà ai suoi seguaci di essere nobili, migliori, dotati di una conoscenza superiore.

Hexagrams surrounded by circles carved on the facade of the Roman Catholic Krijtberg (Chalk Hill) church on Singel street in Amsterdam. Also called : St. Franciscus Xavierius; built by Architect Alfred Tepe, 1881-1883 on a Jesuit hidden church which was founded in 1654. CC picture by David Silverline from Flickr (dal sito: Star of David.blogspot)

++++++++++

Niram Ferretti, Il capro espiatorio. Israele e la crisi dell’ Europa

 

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in NIRAM FERRETTI, Il capro espiatorio. Israele e la crisi dell' Europa. Contrassegna il permalink.