Ciò che rende sionista un ebreo

Polonia, 1945. Leslie e Ari, due soldati appartenenti alla Jewish Infantry Brigade Group, hanno da poco compiuto una missione.  I disegni del libro La Brigata Ebraica sono di Marvano, i colori, bellissimi, di Bérangère Marquebreucq.

Leslie: Perché è là che vuoi andare, secondo me: una terra per gli ebrei, Eretz Israel…

Ari: Tutti i sopravvissuti di questa guerra hanno una patria dove fare ritorno, Leslie. Tutti tranne gli ebrei. Ciò che rende sionista un ebreo è l’antisemitismo…gli antisemiti, i nazisti, gli arabi…

Leslie: I britannici…i francesi…

Ari: Ah! Anche loro, sì..

Leslie: I russi…i polacchi..

Ari: Gli olandesi…gli eschimesi…I pinguini!

Leslie, Ari: Ah Ah Ah Ah

Dall’episodio: Il giustiziere

++++++

Mark Van Oppen (Marvan), La Brigata Ebraica

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in MARK VAN OPPEN (MARVANO), La Brigata ebraica. Contrassegna il permalink.