Un odio nuovo, irrazionale, violento e assillante

 Quando l’ambasciatore Ben-Natan fa il suo ingresso nell’aula magna dell’Università di Francoforte, viene accolto da urla, fischi e un battere ininterrotto di mani e piedi che gli impediscono di prendere la parola.

…nell’estate del 1969, in Europa già ci fu la prima manifestazione di quest’odio nuovo, irrazionale, violento e assillante nei confronti di Israele. Una dimostrazione antisemita, paragonabile soltanto a quelle degli anni che precedettero il nazismo, si svolse nell’aula magna dell’Università di Francoforte. Era in programma una conferenza dell’ambasciatore di Israele a Bonn, Asher Ben-Natan, un ebreo austriaco che per primo aveva dovuto rappresentare Israele sul suolo tedesco. Doveva intervenire sul tema Pace in Oriente, ma gli fu impedito di parlare.

La stessa cosa avviene ad Amburgo e a Norimberga: inizia un odio inspiegabile e violento che porterà all’ isolamento di Israele. Ancora oggi, scrive Giulio Meotti nella sua straordinaria testimonianza “Muoia Israele”, bunker, trincee, sistemi di allarme servono a proteggere il paese dagli assalti di una barbarie molto simile a quella del lontano Medioevo. 

asher-ben-natan

 Asher Ben-Natan, morto nel 2014, è stato un diplomatico israeliano.  Ha guidato le ricerche del criminale nazista Adolf Eichmann, catturato nel 1960, e ha diretto il Ministero della Difesa di Israele dal 1959 al 1965. È stato ambasciatore di Israele nella Germania Ovest dal 1965 al 1970.

++++++++++++++++++++++++

 Giulio Meotti, Muoia Israele. La brava gente che odia gli ebrei

muoia-israele

 

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in GIULIO MEOTTI, Muoia Israele. La brava gente che odia gli ebrei. Contrassegna il permalink.