Un inesistente legame con Gerusalemme

Che legame ha l’Islam con Gerusalemme? Nel Corano non è mai citata (potete cercare, non la troverete), i luoghi santi verso cui i musulmani fanno i pellegrinaggi sono La Mecca e Medina. I musulmani pregano rivolti verso La Mecca, potete vederli mentre pregano fuori dalle moschee a Gerusalemme che le rivolgono il dorso, non il viso.

 Il famoso viaggio notturno di Maometto (Isra e Mira) è la base della rivendicazione di Gerusalemme come una Città Santa dell’Islam. L’unica cosa che il Corano ha da dire a questo proposito è il primo versetto della sura 17, che dice che Allah trasportò Maometto dalla Moschea sacra della Mecca alla Moschea più lontana (Al Aqsa).

A quel tempo non c’erano moschee a Gerusalemme, così quella più lontana non poteva essere in realtà quella che oggi, a Gerusalemme, porta questo nome. Ma la tradizione islamica afferma decisamente che questa moschea è a Gerusalemme. Con tale pretesto l’Islam rivendica un inesistente legame con Gerusalemme, città che costituisce da sempre solo una terra di conquista, da depredare.

WP_20160701_009 Chiara e limpida, la verità deve trionfare

Menzogne e pretesti: sono i mezzi scorretti che l’Islam intende adoperare, assieme alla violenza, per impadronirsi della Città Santa degli ebrei.

La verità, dispiace per loro (ma non tanto…), finisce sempre per emergere e, chiara e limpida, trionfare.

+++++++++++

Ariel Shimona Edith Besozzi, Sono sionista

Sono sionista

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in ARIEL SHIMONA- EDITH BESOZZI, Sono sionista. Contrassegna il permalink.