Mobilità creativa

È la Riforma di Martin Lutero che, nel XVI secolo, influenza grandemente il destino degli ebrei. Lutero attacca con durezza gli ebrei nel libello” Von den Juden und ihren Lügen”, prima opera di antisemitismo moderno e notevole passo avanti verso la Shoà.

La Controriforma non è meno dura nei confronti degli ebrei; si pensa che l’influenza del giudaismo sia una minaccia per la fede. I nuovi arrivati creano non poche preoccupazioni e i marrani, in particolare, sono considerati un elemento turbativo. A Roma, gli ebrei vengono trasferiti sulla riva sinistra del Tevere e il ghetto si estende a tutte le città dello Stato pontificio.

Tuttavia gli ebrei sono stranieri e ospiti sin dai tempi più antichi e hanno sviluppato una grande abilità nel concentrare la ricchezza in modo da poter facilmente trasferirla.

Le loro arti e mestieri, la loro cultura popolare e le loro leggi si combinavano per contribuire alla loro mobilità creativa. Questa era una delle ragioni per cui i nuovi arrivati ebrei, quali che fossero le sventure che li avevano costretti a emigrare, avevano sempre, a quanto pareva, la disponibilità di un capitale da investire. E questo, a sua volta, li rendeva generalmente bene accetti.

E dunque, gli ebrei si distinguono per il loro spirito di innovazione e di intraprendenza. Le società umane hanno sempre mostrato avversione a considerare il denaro una merce come un’altra, attribuendogli degli speciali significati morali. In realtà, non c’è motivo per considerare il denaro “radice di ogni male”, come lo definisce san Paolo.

1 Abraham_ben_Mordecai_Farissol_Mahzor_1471.Mahzor, libro di preghiere per donne, redatto nel 1474 dal rabbino Abraham ben Mordecai Farissol (Avignone, 1451 – Ferrara, 1526)

Gli uomini allevavano bestiame con onore; seminavano grano e lo raccoglievano con dignità. Ma se facevano lavorare per loro il denaro erano parassiti e vivevano sul “plusvalore”, come si giunse a definirlo.                  Inizialmente gli ebrei furono vittime di questo concetto errato come gli altri. Anzi, lo avevano inventato loro. Ma la loro tecnica di razionalizzazione religiosa e la loro difficile situazione di commercianti di denaro forzati li resero con il tempo disposti ad affrontare il problema e a risolverlo.

 2 Abraham_ben_Mordecai_Farissol_1793_Cosmography_&_Geography (1)

Trattato di Cosmografia e Geografia di Abraham Farissol.                                                       Farissol sostiene, nella diatriba di Ferrara del 1500, che un sistema concordato di prezzi, salari e interessi sia socialmente utile poiché contribuisce a regolare amichevolmente i rapporti economici.

Per Paul Johnson, la capacità degli ebrei di trattare con franchezza, onestà e razionalità la questione del denaro ha radici profonde nel giudaismo biblico e rabbinico. Ora, nel XVI secolo, gli ebrei sono ben pronti a trarre numerosi vantaggi dalla crescita dell’economia mondiale  e ad avvantaggiarsi rapidamente delle nuove occasioni.

+++++++++++++

Paul Johnson, Storia degli ebrei

Storia degli ebrei

 

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in PAUL JOHNSON, Storia degli ebrei. Contrassegna il permalink.