Due forze islamiche

Con l’accordo di Vienna, il presidente americano Obama ha concluso con l’Iran un trattato per rallentare il programma nucleare iraniano. È qualcosa che mette ancora più paura rispetto alla violenza della parte sunnita dell’Islam. L’Iran è la seconda ganascia che, con abiti e barbe curate e un sorriso sardonico, è pronta per l’arma nucleare.

…in una parola possiamo dire che esistono due forze islamiche che, come uno schiaccianoci, cercano di afferrare la nostra testa, per frantumarla (mi appare come in un film la testa bionda di Federica Mogherini, Alto rappresentante Ue per gli Affari esteri, molto gentile e sorridente, che si protende verso la faccia soddisfatta di Muhammad Zarif per siglare l’accordo, mentre lui la guarda con un’espressione da lupo cortese: “Per mangiarti meglio, bambina mia!”), ripromettendosi la nostra cancellazione. Anzi no, la nostra sottomissione.
  Federica Mogherini e Muhammad Zarif (a destra)

Per conseguire i propri obiettivi, gli sciti hanno sviluppato, nel corso dei secoli, il concetto di taqiyya, la dissimulazione che permette di contravvenire ai precetti islamici per il bene della comunità, esattamente quello che fanno attualmente i leader iraniani. Mentre si ostenta al mondo il fascino antico della civiltà persiana, nel paese le donne valgono la metà di un uomo e per viaggiare hanno bisogno del permesso di un tutore.
Tra gli obiettivi dell’Iran, la bomba atomica, la distruzione di Israele, la rottura dei patti sul nucleare. Il terrorismo, con gli attentati alle Khobar Towers, ai soldati americani e francesi in Libano, ai turisti israeliani a Burgas) sostiene le sue mire espansionistiche.
 John Kerry e Muhammad Zarif, Vienna 29 ottobre 2015John Kerry e Muhammad Zarif,  Vienna, ottobre 2015

++++++++

Fiamma Nirenstein, Il Califfo e l’Ayatollah. Assedio al nostro mondo

WP_20151203_001

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in FIAMMA NIRENSTEIN, Il Califfo e l'Ayatollah. Assedio al nostro mondo. Contrassegna il permalink.