Cobre dalegria tuas façes

Nei tre dialoghi delle Consolaçam Samuel Usque, descrivendo le vicende tormentate di Israele attraverso le parole dei tre profeti Zacaria, Numeo e Giacobbe, vuole mettere in evidenza come le prove affrontate dal popolo ebraico saranno seguite da consolazioni, eventi che ricompenseranno gli ebrei per le sofferenze subite.
La consolazione principale, che non tarderà, sarà l’avvento del Messia. Usque scrive in portoghese, nonostante fosse il castellano la lingua più diffusa tra gli ebrei sefarditi e, riportando alla memoria gli avvenimenti della narrazione biblica, esorta i nuovi cristiani portoghesi, i cristão-novos, a tornare al giudaismo.
Nel capitolo “Consolo A perda da primeira casa” del Segundo Dialogo, Zicareo descrive come ‘o señor do ceeo’ ricompensò il popolo degli ebrei per la distruzione del Primo Tempio.
 LuciferoLucifero in un’illustrazione per l’omonimo poema di Mario Rapisardi

Alucifer filho da manhaã (figlio del mattino) o deçendeo o señor do ceeo (il Signore del cielo lo fece sprofondare nel fondo dell’abisso) no fundo do abismo, e aty O Yisrael te vingou (compì la vendetta sollevandoti dalla tua rovina sino alle stelle) e tua baixeza levantou tee as estrellas, cesse teu lamento e consolate. Pois (poiché) desta maneira desfez em aar (in mare) os soberbos pensamentos de seu coraçam, que subir sobella altura das nuues (immaginava di salire alla grande altezza delle nuvole) e ygualarse cõ o altissimo ymaginava, e a ty comprio (portò) as saudades (la nostalgia) de tua terra e os desejos de ver tua liberdade, cobre dalegria tuas façes.

Lucifero Gustave Doré per il Paradise LostLucifero, illustrazione di Gustave Doré per il poema Paradise Lost di John Milton

++++++++++++++++++

Samuel Usque, Consolaçam ás tribulaçoens de Israel

3 Consolacao

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in SAMUEL USQUE, Consolaçam ás Tribulaçoens de Israel. Contrassegna il permalink.