Su questo mare di disprezzo

Pur non sfacciatamente antisemita, l’illuminismo tedesco è tuttavia prigioniero di pregiudizi e di preconcetti, con poche eccezioni.
Gootthold Lessing scrive il primo dramma sociale in tedesco, Gli ebrei, nel quale si sforza di dimostrare come sia falso il pregiudizio secondo il quale gli ebrei sono avari e cattivi. Il filosofo Moses Mendelssohn affronta i problemi della tolleranza religiosa, dell’immortalità dell’anima e dell’esistenza di Dio.
Ma, dopo Mendelssohn, il pensiero di Kant ed Hegel appare avvelenato da un evidente astio antiebraico.
Johann Georg HammanJohann Georg Hamman è il principale sostenitore dello Sturm und Drang. Egli insiste sulla concessione dei diritti civili agli ebrei d’Europa, preconizza la laicità dello Stato e la soppressione dei diritti politici e istituzionali delle Chiese.
Su questo mare di disprezzo e di preconcetti svetta, in quegli anni, forse solo la figura di Johann Hamman (1730-1788), antirazionalista e fiero avversario dell’ illuminismo, che considera invece gli ebrei “il miracolo dei miracoli della Provvidenza”. Forse anche per questo –e sicuramente per il suo anticonformismo di pensiero- la sua opera sprofonda rapidamente in un oblio che dura fino quasi ai giorni nostri.
Nonostante questo clima intellettuale la comunità ebraica cresce e fiorisce economicamente, anche appoggiando le avventure belliche di Federico il Grande. Nascono qui le enormi ricchezze di famiglie come quelle dei Levy, dei Markus, degli Itzig, che vivono nel lusso di Berlino, dove nel 1777 il 5% della popolazione è composto da ebrei. Ancora una volta il gruppo sociale disprezzato compensa il proprio declassamento attraverso la potenza del denaro e l’arte degli affari, così come già accaduto con gli “ebrei di corte” sempre in Germania o con gli “affrancati” nella Spagna meridionale.
Tutto questo provoca l’invidia dei vecchi prussiani che ardono di antisemitismo. Inutile la spinta emancipativa da parte delle comunità ebraiche tedesche: una Commissione di studio respingerà ogni ipotesi di riconoscimento dei diritti civili degli ebrei.

++++++++++++++++++

Renzo Fracalossi, La scuola dell’odio. Appunti sulla storia dell’antisemitismo in Europa

Renzo Fracalossi

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in RENZO FRACALOSSI, La scuola dell'odio. Appunti sulla storia dell'antisemitismo in Europa. Contrassegna il permalink.