Roma

In un video, il Califfo afferma di voler esportare la jihad fuori del territorio di Siria e Iraq e per raggiungere questo obiettivo fa affidamento sui volontari europei.
È nel discorso di proclamazione del Califfato, il 29 giugno 2014, che Abu Bakr al-Baghdadi indica la città di Roma come obiettivo finale di conquista: Roma sarà la vittoria decisiva sugli infedeli.

Colosseo

“…prima o poi toccherà anche a Roma.”

…lo sceicco Yusul al-Qaradawi, il predicatore jihadista più noto e popolare, lega la sorte della “città di Hirqil” a quella di “Romiyya” spiegando che la prima –Costantinopoli- venne catturata dal ventitreenne ottomano Muhammad bin Morad “il Conquistatore” nel 1453 e “prima o poi toccherà anche a Roma”.

Two Gold Stars of David

This illuminated, undated codex thought to date from the 18th century consists of a Haftarah… The scribe and probably the illuminator of this manuscript was Abraham bar Chizkija ha Lévi. The manuscript previously was owned by Samuel Gráf of Csakatorn and by Anton Kohn of Zagreb, who had it in his possession around 1858. A third owner was Moses Issachar, son of Isaac of Schleining. It is now in the collections of the Slovak National Library. (dal sito: “Star of David”)

 +++++++++++++++++++

Maurizio Molinari, Il Califfato del Terrore. Perché lo Stato islamico minaccia l’Occidente

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in MAURIZIO MOLINARI, Il Califfato del terrore. Perché lo Stato Islamico minaccia l'Occidente. Contrassegna il permalink.