Una patria in terra di Israele

Chiedo a Anna che cammina accanto a me come mai parla così bene l’italiano e mi risponde che è nata in Libia. Quando aveva quindici anni, la sua famiglia si è spostata a Roma e, da qui, in Israele. La immagino, ragazzina, a Roma: svelta, simpatica, attiva, com’ è adesso, le piace imparare, non si tira indietro se c’è da vedere cose nuove.
“Penso ancora in italiano”, mi dice.
Ecco un’ altra parte di realtà che mi era quasi sconosciuta. Sollecita il mio desiderio di scoprire, apprendere.

 Arco di Settimio Severo a Leptis Magna
Leggo il commento al libro “Gli ebrei di Libia” di Maurice Roumani, scritto da Daria Gorodisky:
“…E un’analisi documentata di come in una trentina di anni le condizioni di vita della comunità ebraica — presente in Cirenaica dal terzo secolo a.C., nel 1941 costituiva circa un quarto degli abitanti della sola Tripoli — si siano deteriorate fino alla sua scomparsa dal territorio libico. Roumani conosce a fondo l’argomento sia in quanto storico (insegna all’Università Ben-Gurion del Negev), sia perché la sua famiglia ha vissuto il passaggio dalla parità di diritti goduta con l’Impero ottomano e nei primi anni della colonizzazione italiana agli orrori causati dalle leggi razziste del fascismo esportate in Africa. Uccisioni, lavori forzati, deportazioni nel deserto tunisino, il campo di concentramento di Giado, fame, tifo, morte; poi i tedeschi, Bergen-Belsen. L’arrivo degli inglesi e dei soldati con la stella di David della Brigata Ebraica riporta qualche speranza, ma soprattutto il desiderio dei più di trovare una patria in Terra di Israele — non ancora Stato — o nell’Italia liberata. Poche migliaia di ebrei provano invece a resistere e ricominciare, anche se le violenze islamiche antisemite si moltiplicano.”

Gli ultimi sopravvissuti abbandonano dopo il grande pogrom del 5 giugno 1967: al nazifascismo si sono sostituiti nazionalismo arabo e jihad.”

Dal commento di Daria Gorodisky al libro “Ebrei di Libia”, Corriere della Sera, 29 marzo 2015

+++++++++++++++++

Maurice Roumani, Ebrei di Libia. Dalla coesistenza all’esodo

M Roumani

 

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in MAURICE M. ROUMANI, Gli ebrei di Libia. Dalla coesistenza all'esodo. Contrassegna il permalink.