La notizia arrivò in tutti gli angoli del mondo

Il volo che deve portare la delegazione israeliana in Argentina giunge a Buenos Aires il 18 maggio 1960. Ripartirà il 20 a mezzanotte riportando a bordo il criminale nazista Adolf Eichmann.

Ben Gurion annuncia alla Knesset che il responsabile della “Soluzione finale della questione ebraica” è stato catturato e sarà processato in Israele.

 “La notizia dalla Knesset si diffuse in tutta la nazione, arrivò ai torturati che erano riusciti a sopravvivere alle fabbriche della morte, agli addolorati che avevano perso tanti loro cari.

La conferma che la legge veniva rispettata li rincuorò e rinnovò la loro fede nella giustizia.

La notizia arrivò in tutti gli angoli del mondo, infondendo in tutte le persone oneste un senso di rispetto; e portò con sé un chiaro ammonimento agli assassini del popolo ebraico, nascosti nelle loro tane, i quali ritenevano che il tempo avrebbe assolto i loro peccati e fatto tacere le grida del sangue che avevano sparso, e che nessuno si sarebbe più fatto avanti per portarli in tribunale a rispondere per i milioni di ebrei che avevano ucciso nella loro follia criminale.”

 ++++++++++++

Isser Harel, La casa di via Garibaldi. Come ho catturato Adolf Eichmann

 

 

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in ISSER HAREL, La casa di via Garibaldi. Come ho catturato Adolf Eichmann. Contrassegna il permalink.