Dobbiamo rallegrarci (Solomon)

Fra tutti i bellissimi libri che ho riunito in questa mia raccolta, personale percorso di conoscenza e cuore della mia biblioteca, “Di mishpohe  Karnovski” è situato tra i più belli.

Ma, quando leggo dell’Orrore, della persecuzione, non voglio più conservarne il ricordo: me lo impediscono il dolore e la rabbia. Non voglio più sentire nulla sull’ imbecillità degli uomini.

Voglio solo ricordare le parole di Solomon Burak quando, in America, grazie al suo aiuto, David Karnowski, studioso ed erudito che tanto tempo prima lo aveva umiliato e aveva rifiutato di averlo come consuocero, diventa lo scaccino della sinagoga Shaare-Tsedek, a Manhattan.

“Dobbiamo rallegrarci….e ringraziare Dio in ogni momento di averci salvato dalle mani dei malvagi e condotti fin qui”.

Sinagoga Shaare-Tsedek, 38 Henri Street, Mahattan. Entrata principale.

Un affresco storico e umano d’ incomparabile bellezza, una saga familiare che ricorda il capolavoro di Thoman Mann, una sapiente sinfonia a più voci, una riflessione profonda sul mondo ebraico-tedesco, uno sguardo profetico sulla situazione degli ebrei nell’ Europa dei primi anni del Novecento…

Giorgia Greco, Informazione Corretta, 6 maggio 2013

+++++++++++++

Israel Joshua Singer, La famiglia Karnowski

 

Informazioni su Velia Loresi

I love Israel
Questa voce è stata pubblicata in ISRAEL JOSHUA SINGER, La famiglia Karnowski. Contrassegna il permalink.